Riconoscimento facciale, un software ha spedito in carcere un innocente

Negli Stati Uniti un uomo ha passato nove giorni in carcere per via dell’errore di un software: è l’ennesimo caso in cui una persona di colore viene accusata ingiustamente a causa della tecnologia
Vai alla Fonte della Notizia: Riconoscimento facciale, un software ha spedito in carcere un innocente

Check Also

Whatsapp annuncia nuove funzioni per migliorare la qualità delle chiamate

Da quando WhatsApp ha introdotto le chiamate vocali nel 2015, la piattaforma di messaggistica ha …

Lascia un commento