"Virgilio, le cuffie di Murakami e quell'incontro con Gebre": Covacich racconta il suo nuovo libro sulla corsa

Il romanziere torna a scrivere della sua passione per il running: “E’ una sorta di autobiografia atletica. Correre è una faccenda interiore, la capacità di ascoltarsi dall’interno, dal cuore, dal respiro. E di mettere tutto in connessione con il mondo
Vai alla Fonte della Notizia: “Virgilio, le cuffie di Murakami e quell’incontro con Gebre”: Covacich racconta il suo nuovo libro sulla corsa

Check Also

Sliding Doors. Quando il presente cambia il passato

Che succede se un’azione di oggi è in grado di modificare quanto già accaduto? È …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *