Perché Google Drive, Apple iCloud e Dropbox sono nel mirino dell’Antitrust

L’autorità garante della concorrenza e del mercato nostrana ha aperto sei procedimenti contro i servizi cloud offerti dai tre colossi della Silicon Valley per presunte pratiche commerciali scorrette e clausole vessatorie incluse nelle condizioni contrattuali.Continua a leggere
Vai alla Fonte della Notizia: Perché Google Drive, Apple iCloud e Dropbox sono nel mirino dell’Antitrust

Check Also

Molte persone hanno acquistato l’Xbox sbagliata

(Foto: Microsoft) Si è registrato un singolare e inaspettato boom di vendite di Xbox One …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *